SURFCASTING E DINTORNI

t_reply rispondi

ferrata con piombo insabbiato

« Older   Newer »
view post Posted on 10/1/2013, 11:23 p_quote
Avatar

paffarolo

Group:
Member
Posts:
518
Location:
Bari

Status:


Come da titolo come effettuate una ferrata con piombo insabbiato e finale con attacco basso?
io personalmente do una prima ferrata, subito dopo scalzo il piombo pompando con delicatezza e poi do una seconda ferrata.
Con gli attacchi alti do una prima ferrata energica e poi scalzo il piombo, ovviamente tutto cio' quando il pesce non mi ha messo il filo in bando avvicinandosi alla spiaggia.

la vera ignoranza risiede nell'ostentazione della conoscenza
 
p_pm p_email  Top
view post Posted on 10/1/2013, 12:17 p_quote
Avatar

Cunnu mannu e nieddu, itta ti cresi ca ti timmu?

Group:
Member
Posts:
2,476
Location:
Mediocampidano

Status:


Prima di ferrare come fai a sapere che il piombo è insabbiato?
 
p_pm p_email  Top
view post Posted on 10/1/2013, 12:24 p_quote
Avatar

paffarolo

Group:
Member
Posts:
518
Location:
Bari

Status:


CITAZIONE (SPAREDDA_72 @ 10/1/2013, 11:17) 
Prima di ferrare come fai a sapere che il piombo è insabbiato?

se ho fatto gia' un paio di giri di esca con un determinato terminale e piombo, lanciando nello stesso settore e il piombo si e' insabbiato nelle due occasioni precedenti al 90% sara' insabbiato anche quando mi trovo il pesce allamato, sempre se non e' un bestione incazzato che lo ha scalzato di suo ma fino ad ora non ho avuto questa fortuna.
Inoltre quando tendo il filo prima di ferrare mi rendo conto se il piombo e' insabbiato (ancora non riesco a lanciare piu' di 50 metri in pesca, per distanze maggiori Work in progress)

la vera ignoranza risiede nell'ostentazione della conoscenza
 
p_pm p_email  Top
view post Posted on 10/1/2013, 12:32 p_quote
Avatar

paffarolo ardito

Group:
Member
Posts:
2,863
Location:
dalla spiaggia

Status:


credi veramente che tu stia ferrando quando tiri indietro o alzi la canna?

Il mare è come un bel libro, ti regala emozioni solo se lo sai leggere veramente
dentisarago

 
p_pm  Top
view post Posted on 10/1/2013, 12:32 p_quote
Avatar

Family, Beach and Rock 'n Roll

Group:
Member
Posts:
661
Location:
Agrigento

Status:


Scusa non prendertela a male, ma non più di 50 mt mi pare veramente poco, a meno che non peschi col fisso 0.35 in bobina shock troppo grossi e piramide di Cheope, a 50mt ci arriva tranquillamente mio figlio che non ha ancora 8 anni :blink: :D

Anche le formiche nel loro piccolo si incazzano!!!
Woooow! che puuuuzza!!, ma che è la macchina di Zio Merluzzo?? (cit. mio figlio Flavio)
Pescare? posso smettere quando voglio.
Non è poi così difficile prendere un granchio.
imagescavk5an6.th
 
p_pm p_email  Top
view post Posted on 10/1/2013, 12:41 p_quote

paffarolo

Group:
Member
Posts:
379
Location:
Napoli

Status:


Secondo me ferrare con piombi così grossi ed insabbiati è inutile ,il pesce si ferra da solo con il contraccolpo del piombo.

CITAZIONE (Surfin Bird @ 10/1/2013, 11:32) 
Scusa non prendertela a male, ma non più di 50 mt mi pare veramente poco, a meno che non peschi col fisso 0.35 in bobina shock troppo grossi e piramide di Cheope, a 50mt ci arriva tranquillamente mio figlio che non ha ancora 8 anni :blink: :D

In condizioni di surf vanno più che bene 50 mt a volte nn bisogna neanche lanciare.
 
p_pm p_email  Top
view post Posted on 10/1/2013, 12:41 p_quote

Lasciate che i pesci vengano a me

Group:
Member
Posts:
535
Location:
Palermo

Status:


Inizio OT:
Come detto in quest'altra discussione:
http://surfcasting.forumfree.it/?t=64459188
Lasciamolo allenare, la distanza arriverà prendendo confidenza con gli attrezzi, specie se nuovi e non si forza subito al massimo
Fine OT.
Ritornando IT, potresti avere la preda già ferrata per l'effetto autoferrante del piombo, ma dipende dalla preda.
 
p_pm p_email  Top
view post Posted on 10/1/2013, 12:48 p_quote
Avatar

Il signore del Long Arm (cit. Vance)

Group:
Administrator
Posts:
10,703
Location:
Subura

Status:


se il piombo è insabbiato non serve ferrare il complesso è autoferrante soprattutto se l'attacco è basso e non hai 20 metri di filo in bando.

p.s:
con ferrata intendo l'azione compiuta allo scopo di allamare meglio il pesce.

"Il nazismo è stato un teatrino di provincia in cui si è fatto l'esperimento dell'accadere dell'età della tecnica, in cui si è passati dall'agire al fare, dall'assunzione di responsabilità in ordine agli scopi finali in cui consiste l'agire alla pura assunzione della buona o cattiva esecuzione del proprio mansionario :puro e semplice fare" (Gunther Anders)

La bara è una culla che non dondola.

Dietro un grande pescatore c'e' sempre uno zaino!

Téchne d'anánkes asthenéstera makrô.

.... siamo sempre allo stesso sterile scientismo deterministico su cui i più grandi maestri sono caduti per le scale "cò le mano in tasca" e che continua a far breccia nei cuori e nelle menti semplici di coloro che ancora credono che la pesca sia governata da qualche legge universale e che tutto sta a scoprirla per tornare a casa con bidoni di pesce. (Ltn. Col. Kurtz )

Avete sentito di quel folle uomo che accese una lanterna alla chiara luce del mattino, corse al mercato e si mise a gridare incessantemente: “Cerco Dio! Cerco Dio!”. E poiché proprio là si trovavano raccolti molti di quelli che non credevano in Dio, suscitò grandi risa. “È forse perduto?” disse uno. “Si è perduto come un bambino?” fece un altro. “0ppure sta ben nascosto? Ha paura di noi? Si è imbarcato? È emigrato?” – gridavano e ridevano in una gran confusione. Il folle uomo balzò in mezzo a loro e li trapassò con i suoi sguardi: “Dove se n’è andato Dio? – gridò – ve lo voglio dire! Siamo stati noi ad ucciderlo: voi e io! Siamo noi tutti i suoi assassini! Ma come abbiamo fatto questo? Come potemmo vuotare il mare bevendolo fino all’ultima goccia? Chi ci dètte la spugna per strusciar via l’intero orizzonte? Che mai facemmo, a sciogliere questa terra dalla catena del suo sole? Dov’è che si muove ora? Dov’è che ci moviamo noi? Via da tutti i soli? Non è il nostro un eterno precipitare? E all’indietro, di fianco, in avanti, da tutti i lati? Esiste ancora un alto e un basso? Non stiamo forse vagando come attraverso un infinito nulla? Non alita su di noi lo spazio vuoto? Non si è fatto piú freddo? Non seguita a venire notte, sempre piú notte? Non dobbiamo accendere lanterne la mattina? Dello strepito che fanno i becchini mentre seppelliscono Dio, non udiamo dunque nulla? Non fiutiamo ancora il lezzo della divina putrefazione? Anche gli dèi si decompongono! Dio è morto! Dio resta morto! E noi lo abbiamo ucciso! Come ci consoleremo noi, gli assassini di tutti gli assassini? Quanto di piú sacro e di piú possente il mondo possedeva fino ad oggi, si è dissanguato sotto i nostri coltelli; chi detergerà da noi questo sangue? Con quale acqua potremmo noi lavarci? Quali riti espiatòri, quali giochi sacri dovremo noi inventare? Non è troppo grande, per noi, la grandezza di questa azione? Non dobbiamo noi stessi diventare dèi, per apparire almeno degni di essa? Non ci fu mai un’azione piú grande: tutti coloro che verranno dopo di noi apparterranno, in virtú di questa azione, ad una storia piú alta di quanto mai siano state tutte le storie fino ad oggi!”. A questo punto il folle uomo tacque, e rivolse di nuovo lo sguardo sui suoi ascoltatori: anch’essi tacevano e lo guardavano stupiti. Finalmente gettò a terra la sua lanterna che andò in frantumi e si spense. “Vengo troppo presto – proseguí – non è ancora il mio tempo. Questo enorme avvenimento è ancora per strada e sta facendo il suo cammino: non è ancora arrivato fino alle orecchie degli uomini. Fulmine e tuono vogliono tempo, il lume delle costellazioni vuole tempo, le azioni vogliono tempo, anche dopo essere state compiute, perché siano vedute e ascoltate. Quest’azione è ancora sempre piú lontana da loro delle piú lontane costellazioni: eppure son loro che l’hanno compiuta!”. Si racconta ancora che l’uomo folle abbia fatto irruzione, quello stesso giorno, in diverse chiese e quivi abbia intonato il suo Requiem aeternam Deo. Cacciatone fuori e interrogato, si dice che si fosse limitato a rispondere invariabilmente in questo modo: “Che altro sono ancora queste chiese, se non le fosse e i sepolcri di Dio?”.
 
p_pm p_email Web  Top
view post Posted on 10/1/2013, 12:57 p_quote
Avatar

paffarolo

Group:
Member
Posts:
518
Location:
Bari

Status:


CITAZIONE (Surfin Bird @ 10/1/2013, 11:32) 
Scusa non prendertela a male, ma non più di 50 mt mi pare veramente poco, a meno che non peschi col fisso 0.35 in bobina shock troppo grossi e piramide di Cheope, a 50mt ci arriva tranquillamente mio figlio che non ha ancora 8 anni :blink: :D

Pesco, o almeno vorrei visto che il tempo non c'e', con una tele nuova che non conosco bene, ci ho lanciato su un campetto fino a 80 metri in above assetto da pesca ma senza terminale (fisso, 030 in bobina e SL conico 023, accorciato, fino a 057) e un'altra vintage che e' la surf revolution italcanna con rotante daiwa magforce shift 170h 040 in bobina e SL 060, che non e' proprio tra le canne piu' facili da gestire (si sono masochista).
80 metri al campo mi fanno pensare ai 50 - 60 metri ad occhiometro con vento frontale in spiaggia, la distanza verra' con l'allenamento, la tele (Maver Winner 150 grammi) non l'ho ancora forzata, ci devo prendere la mano ma non e' qui che parlo di distanza, ci ho aperto un 3d apposta: http://surfcasting.forumfree.it/?t=64459188 consigli sempre ben accetti...
verra' il tempo per una rip ma per ora sfrutto cio' che ho e cerco di migliorarmi ogni volta che posso ;)

CITAZIONE (cicalone @ 10/1/2013, 11:48) 
p.s:
con ferrata intendo l'azione compiuta allo scopo di allamare meglio il pesce.

per l'appunto, ferriamo per garantirci la penetrazione dell'amo laddove l'azione autoferrante del piombo non sia stata sifficiente, per questo il dubbio che mi era venuto era quello sul se avesse o meno senso ferrare prima di aver scalzato il piombo, fermo restando che se il pesce si e' gia' ferrato da solo va bene qualunque cosa ma non possiamo saperlo, diversamente non faremmo mai una ferrata.

la vera ignoranza risiede nell'ostentazione della conoscenza
 
p_pm p_email  Top
view post Posted on 10/1/2013, 12:59 p_quote
Avatar

Il signore del Long Arm (cit. Vance)

Group:
Administrator
Posts:
10,703
Location:
Subura

Status:


Io sposterei il dibbattito pure sul tema "Ferrare in condizioni di SurfCasting ha senso?"

"Il nazismo è stato un teatrino di provincia in cui si è fatto l'esperimento dell'accadere dell'età della tecnica, in cui si è passati dall'agire al fare, dall'assunzione di responsabilità in ordine agli scopi finali in cui consiste l'agire alla pura assunzione della buona o cattiva esecuzione del proprio mansionario :puro e semplice fare" (Gunther Anders)

La bara è una culla che non dondola.

Dietro un grande pescatore c'e' sempre uno zaino!

Téchne d'anánkes asthenéstera makrô.

.... siamo sempre allo stesso sterile scientismo deterministico su cui i più grandi maestri sono caduti per le scale "cò le mano in tasca" e che continua a far breccia nei cuori e nelle menti semplici di coloro che ancora credono che la pesca sia governata da qualche legge universale e che tutto sta a scoprirla per tornare a casa con bidoni di pesce. (Ltn. Col. Kurtz )

Avete sentito di quel folle uomo che accese una lanterna alla chiara luce del mattino, corse al mercato e si mise a gridare incessantemente: “Cerco Dio! Cerco Dio!”. E poiché proprio là si trovavano raccolti molti di quelli che non credevano in Dio, suscitò grandi risa. “È forse perduto?” disse uno. “Si è perduto come un bambino?” fece un altro. “0ppure sta ben nascosto? Ha paura di noi? Si è imbarcato? È emigrato?” – gridavano e ridevano in una gran confusione. Il folle uomo balzò in mezzo a loro e li trapassò con i suoi sguardi: “Dove se n’è andato Dio? – gridò – ve lo voglio dire! Siamo stati noi ad ucciderlo: voi e io! Siamo noi tutti i suoi assassini! Ma come abbiamo fatto questo? Come potemmo vuotare il mare bevendolo fino all’ultima goccia? Chi ci dètte la spugna per strusciar via l’intero orizzonte? Che mai facemmo, a sciogliere questa terra dalla catena del suo sole? Dov’è che si muove ora? Dov’è che ci moviamo noi? Via da tutti i soli? Non è il nostro un eterno precipitare? E all’indietro, di fianco, in avanti, da tutti i lati? Esiste ancora un alto e un basso? Non stiamo forse vagando come attraverso un infinito nulla? Non alita su di noi lo spazio vuoto? Non si è fatto piú freddo? Non seguita a venire notte, sempre piú notte? Non dobbiamo accendere lanterne la mattina? Dello strepito che fanno i becchini mentre seppelliscono Dio, non udiamo dunque nulla? Non fiutiamo ancora il lezzo della divina putrefazione? Anche gli dèi si decompongono! Dio è morto! Dio resta morto! E noi lo abbiamo ucciso! Come ci consoleremo noi, gli assassini di tutti gli assassini? Quanto di piú sacro e di piú possente il mondo possedeva fino ad oggi, si è dissanguato sotto i nostri coltelli; chi detergerà da noi questo sangue? Con quale acqua potremmo noi lavarci? Quali riti espiatòri, quali giochi sacri dovremo noi inventare? Non è troppo grande, per noi, la grandezza di questa azione? Non dobbiamo noi stessi diventare dèi, per apparire almeno degni di essa? Non ci fu mai un’azione piú grande: tutti coloro che verranno dopo di noi apparterranno, in virtú di questa azione, ad una storia piú alta di quanto mai siano state tutte le storie fino ad oggi!”. A questo punto il folle uomo tacque, e rivolse di nuovo lo sguardo sui suoi ascoltatori: anch’essi tacevano e lo guardavano stupiti. Finalmente gettò a terra la sua lanterna che andò in frantumi e si spense. “Vengo troppo presto – proseguí – non è ancora il mio tempo. Questo enorme avvenimento è ancora per strada e sta facendo il suo cammino: non è ancora arrivato fino alle orecchie degli uomini. Fulmine e tuono vogliono tempo, il lume delle costellazioni vuole tempo, le azioni vogliono tempo, anche dopo essere state compiute, perché siano vedute e ascoltate. Quest’azione è ancora sempre piú lontana da loro delle piú lontane costellazioni: eppure son loro che l’hanno compiuta!”. Si racconta ancora che l’uomo folle abbia fatto irruzione, quello stesso giorno, in diverse chiese e quivi abbia intonato il suo Requiem aeternam Deo. Cacciatone fuori e interrogato, si dice che si fosse limitato a rispondere invariabilmente in questo modo: “Che altro sono ancora queste chiese, se non le fosse e i sepolcri di Dio?”.
 
p_pm p_email Web  Top
view post Posted on 10/1/2013, 12:59 p_quote
Avatar

paffarolo ardito

Group:
Member
Posts:
2,863
Location:
dalla spiaggia

Status:


CITAZIONE (cicalone @ 10/1/2013, 11:48) 
p.s:
con ferrata intendo l'azione compiuta allo scopo di allamare meglio il pesce.

infatti se il pesce non si è già ferrato da solo, dubito che sia possibile ferrarlo, per colpa dell'allungamento del nylon.

poi non è molto sicuro dare dei strattoni, potrebbe anche essere una grossa orata o spigola allamate a filo di labbro............

Il mare è come un bel libro, ti regala emozioni solo se lo sai leggere veramente
dentisarago

 
p_pm  Top
view post Posted on 10/1/2013, 13:01 p_quote
Avatar

paffarolo

Group:
Member
Posts:
518
Location:
Bari

Status:


CITAZIONE (surf53 @ 10/1/2013, 11:32) 
credi veramente che tu stia ferrando quando tiri indietro o alzi la canna?

no, io quando ferro porto la canna quasi parallela al suolo (diciamo sui 30 - 35 gradi) tendendo delicatamente il filo e sentendo il pesce e poi la alzo bruscamente fin dove posso bloccando con la mano la bobina, fino a qui ci arrivo ragazzi.....

la vera ignoranza risiede nell'ostentazione della conoscenza
 
p_pm p_email  Top
view post Posted on 10/1/2013, 13:01 p_quote
Avatar

paffarolo ardito

Group:
Member
Posts:
2,863
Location:
dalla spiaggia

Status:


CITAZIONE (cicalone @ 10/1/2013, 11:59) 
Io sposterei il dibbattito pure sul tema "Ferrare in condizioni di SurfCasting ha senso?"

perche ferrare a paf con piombo a quasi 100 metri a senso?

Il mare è come un bel libro, ti regala emozioni solo se lo sai leggere veramente
dentisarago

 
p_pm  Top
view post Posted on 10/1/2013, 13:17 p_quote
Avatar

Cunnu mannu e nieddu, itta ti cresi ca ti timmu?

Group:
Member
Posts:
2,476
Location:
Mediocampidano

Status:


Io se sento puzza di orata ferro, surf o paf che sia. Preferisco perderla subito che non alla fine del recupero, magari perchè l'amo era appuntato male su una placca.
Non è detto che sia la cosa giusta da fare però, magari è una minchiata che mi porto dietro e in realtà non serve a nulla. Mo vi leggo e vedo.
 
p_pm p_email  Top
view post Posted on 10/1/2013, 14:19 p_quote
Avatar

paffarolo

Group:
Member
Posts:
518
Location:
Bari

Status:


CITAZIONE (SPAREDDA_72 @ 10/1/2013, 12:17) 
Io se sento puzza di orata ferro, surf o paf che sia. Preferisco perderla subito che non alla fine del recupero, magari perchè l'amo era appuntato male su una placca.
Non è detto che sia la cosa giusta da fare però, magari è una minchiata che mi porto dietro e in realtà non serve a nulla. Mo vi leggo e vedo.

la penso anch'io cosi', non so se faccio bene ma tengo la frizione aperta un pelino in piu' e ferro bloccando la bobina con la mano, non si sa mai....

la vera ignoranza risiede nell'ostentazione della conoscenza
 
p_pm p_email  Top
47 replies since 10/1/2013, 11:23
 
t_reply rispondi